Articoli, Curiosità, Miglioramento, Persone, Uncategorized, Viaggio

Pensate di non avere mai tempo? Comprate un biglietto per la Norvegia!

Orologi più o meno grandi sono stati posizionati sul ponte d’ingresso di Sommarøy, a dimostrare simbolicamente che per gli abitanti già ora non ha più senso parlare della misurazione del tempo. 

Gli abitanti di questa piccola isola norvegese sperano di recuperare i giorni perduti durante il lungo inverno senza albe dicendo addio agli orologi ed eliminando completamente il concetto di tempo.

Alcuni dei 350 residenti di Sommarøy – a ovest della città di Tromsø e a nord del Circolo Polare Artico – si battono affinché la loro isola diventi la prima zona “time-free” al mondo. Chiedono che venga abolito l’orario di lavoro e che i residenti siano autorizzati a fare “ciò che vogliono, quando vogliono” perché il loro rapporto con il tempo qui è diverso da qualsiasi altro luogo al mondo.

L’isola trascorre due mesi interi nell’oscurità più totale durante l’inverno, mentre in estate c’è luce 24 ore al giorno per altri due mesi – quest’anno il sole non tramonta dal 18 maggio al 26 luglio.

“Come si fa a sapere che ora è d’estate quando non fa mai buio? Beh, questo è esattamente il motivo per cui avanziamo questa richiesta”, si legge sulla pagina Facebook di Time-Free Zone.

“Qui, nella Time-Free Zone di Sommarøy, ci godiamo ogni minuto del sole di mezzanotte e sì, anche un caffè con gli amici sulla spiaggia alle 2 del mattino può essere una cosa normale”.

I promotori della campagna hanno consegnato una petizione al loro deputato locale, Kent Gudmundsen.

Gudmundsen ha detto al giornale locale iTromso, come riferisce l’agenzia stampa DPA, che l’idea della zona franca senza tempo “è eccitante”: invece che parlare di ora legale e invernale, il governo dovrebbe forse considerare una “terza opzione” come questa.

Spiagge bianche e paesaggi indimenticabili. Un lungo ponte che collega l’isola alla terraferma. Qui, dal 18 maggio al 26 luglio, invece di lasciare attaccati dei lucchetti come pegno d’amore, gli abitanti lasciano il proprio orologio per un’estate senza fine.

Qualcuno dissente, come i proprietari degli alberghi che devono necessariamente tener conto degli orari dei check-in e check-out, ma la maggior parte afferma di poterne fare a meno, e commenta così il futuro di Sommarøy:

Il nostro obiettivo è fornire la massima flessibilità, 24 ore al giorno, sette giorni su sette, se vuoi falciare il prato alle quattro del mattino, fallo. Quando vieni qui, dovresti essere in grado di buttare via l’orologio e vivere la tua vita. (…) Saremo una zona senza tempo in cui tutti potranno vivere la loro vita al massimo (Kjell Ove Hveding)

L’unico reale ostacolo al momento potrebbe essere rappresentato dai turisti che spesso arrivano sull’isola attirati da spiagge bianche e acque blu intenso (motivo per cui è chiamata anche “i Caraibi dell’Artico”): adeguarsi ad un concetto di tempo molto più fluido e libero, senza le tradizionali scansioni orarie del giorno, è sicuramente più difficile e quando si è in vacanza ben più complicato. Ma la liberazione di non stare costantemente a controllare telefono e orologio e disporre davvero del tempo ha un nonsoché di filosofico che attira molti curiosi. E che potrebbe davvero segnare una svolta.

Fonte: www.siviaggia.com www.Repubblica.it

Condividi :
error

1 thought on “Pensate di non avere mai tempo? Comprate un biglietto per la Norvegia!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.