Vampiri energetici: chi sono e come sconfiggerli

Vi sarete sicuramente imbattuti in “intervista col vampiro”, “twilight” o “buffy the vampire slayer” e non vi sarà difficile indovinare di cosa sto per parlare: vampiri.

Quello che però non potete ancora immaginare è che non sto per raccontare di storie, leggende, film o libri ma di qualcosa che avviene nella vita reale: esistono persone che hanno la capacità di farci sentire come se avessimo esaurito le energie, come se nulla di buono possa più accaderci, come se la depressione possa prendere il sopravvento. Queste persone sono chiamate “vampiri energetici”: essi hanno caratteristiche comuni che possiamo, tramite l’osservazione di alcuni elementi, riconoscere ed eventualmente evitare.

Non si tratta di entità diaboliche ma di persone con una mente manipolatrice, capace di scovare individui deboli e/o indifesi e/o in un particolare momento di vulnerabilità. Queste persone hanno un modus operandi pressoché identico: creano scompiglio e terrore, in maniera tale da instillare nella vittima un senso di delusione, insicurezza, frustrazione, ansia, agitazione, stress. Tengono la nostra mente in uno stato di perenne debolezza, facile da attaccare: mentre il nostro spirito da crocerossina cercherà un modo per aiutare il nostro vampiro energetico a risolvere la problematica che ha creato scompiglio, egli agirà per rubare la nostra energia vitale.

Come ce ne accorgiamo? Come già detto sopra, ci sentiremmo esausti, ansiosi, depressi, con la mente confusa e, a livello fisico, potremmo riscontrare tensioni dolorose a collo e schiena.

Come riconoscere il nostro protagonista? Il vampiro energetico è normalmente una persona arrogante, quasi totalmente priva di capacità di controllo, urla spesso ed è apparentemente (solo apparentemente) molto sicuro di sé. È una persona che vede il classico bicchiere mezzo vuoto: la negatività fa parte della sua esistenza, si lamenta di ogni cosa e non mostra mai soddisfazione. È una persona sfuggente, che non darà mai nulla di sé e, al contrario pretenderà da voi di essere accontentato in tutto e per tutto.

Come evitare di soccombere a un vampire energetico, dopo averlo identificato?

  • Imparare a dire “NO”
  • Creare una sorta di scudo mentale, una barriera immaginaria
  • Evitare il contatto visivo: essendo una persona manipolatrice, potrebbe farci cadere in un vortice di insicurezza e di ansia

La pericolosità di avere di fronte un vampiro energetico in un ambito a noi comune si trova nel cosiddetto ricatto emotivo: l’affetto che proviamo per questa persona ci rende pressoché impossibile non assecondare le sue richieste. L’arma vincente per sconfiggerlo, è quella di tirare fuori la parte egoistica del nostro carattere, mostrare al vampiro di essere egocentrici e lui si sgonfierà come un palloncino bucato.

Lascia un commento

4 commenti su “Vampiri energetici: chi sono e come sconfiggerli”