Natale in Smart working? No, grazie!

Molte persone lavorano anche durante il periodo natalizio, ma per trascorrere del tempo con i propri cari basta organizzarsi.

L’introduzione dello smart working, ossia della possibilità di lavorare anche da remoto, da una parte ha comportato numerosi vantaggi perché consente di lavorare da casa; dall’altra, però, ha dato la possibilità a capi e clienti di approfittarne per avanzare richieste di lavoro anche nei periodi di vacanza. Come riuscire a sopravvivere quindi al lavoro durante le feste?

Esistono dei modi: la prima cosa da fare è organizzarsi e soprattutto farlo in anticipo per evitare così di avere del lavoro arretrato da dover per forza sbrigare durante le feste. Nel periodo precedente il Natale, ad esempio, ci si può sforzare di lavorare magari un po’ di più ogni giorno, ma per avere poi le giornate totalmente libere durante le festività. L’organizzazione è fondamentale, così da riuscire a programmare il lavoro prima delle vacanze. 

Tracciare un confine

Il troppo però, si sa, stroppia e non è affatto sano: oltre a non permette di scaricare lo stress un simile comportamento rischia di privare una persona di tutte le sue energie, non consentendole mai di riposarsi davvero. È necessario dunque tracciare una linea di confine, rimettere il lavoro nella giusta prospettiva e proprio le feste ci danno l’opportunità perfetta di staccare la spina. Il nostro consiglio è quello, almeno per qualche giorno, di estraniarsi del tutto dalla sfera professionale. In ogni situazione di abuso è fin troppo facile oltrepassare il limite senza nemmeno accorgersene e l’unico modo per evitarlo è dare del tutto un taglio al ciclo.

Leggete, rilassatevi, passate un po’ di tempo con la vostra famiglia.

Pinterest : A large family are all helping serve Christmas dinner.

Come diceva Aristotele: Lo scopo del lavoro è quello di guadagnarsi del tempo libero.

Lascia un commento