Notizie positive dal 2022

Anche quest’anno è stato abbastanza pesante, soprattutto dal punto di vista sanitario, economico e geopolitico. Ma ogni anno, leggendo la cronaca e guardando i telegiornali ci colpiscono soprattutto le brutte notizie, che suscitano emozioni immediate e violente: una sensazione spiacevole che permane per molto tempo. Gli eventi più incoraggianti, invece, rimangono sullo sfondo, come sfumati, sibillini.

Come ogni anno vogliamo quindi stilare una lista delle notizie più belle, non certo per ottimismo sfrontato, o per alimentare l’illusione di un mondo rose e fiori; bensì per restituire loro l’importanza che meritano.

Ambiente

L’enzima che degrada la plastica. Questa categoria di rifiuti è la più insidiosa, perché impiega centinaia di anni a degradarsi e va a riempire ogni angolo della Terra; in più, col tempo e l’azione degli agenti atmosferici, la plastica si scompone in microparticelle (la famosa microplastica) ancora più pericolose per la salute dell’uomo e degli altri animali. Un istituto universitario texano ha prodotto in laboratorio un enzima (“FastPETasi”) in grado di biodegradare la plastica in pochissimi giorni! L’enzima può perfino ricomporre le molecole biodegradate in modo da creare nuovi prodotti: un’invenzione rivoluzionaria che consentirà non solo di ridurre l’inquinamento, ma anche di promuovere il riciclo. Più o meno nello stesso momento, in Italia, una biologa ha fatto una scoperta casuale: durante uno studio su alveari, ha chiuso in un sacchetto di plastica alcune tarme infestanti, le tarme della cera. Dopo un’oretta ha notato che le tarme avevano bucato la plastica: la loro saliva infatti, come confermato da un laboratorio di Madrid, contiene un enzima che degrada il polietilene, componente delle plastiche.

Filtri per sigarette biodegradabili. I filtri delle sigarette sono costituiti da microplastiche molto inquinanti. Per di più ritroviamo mozziconi ovunque, a tappezzare marciapiedi, cortili, spiagge, perfino giardini: parecchi trovano complicato spegnere la sigaretta e andare a gettarla in un cestino… Molte aziende stanno sperimentando materiali alternativi come cotone, amido, carbone, cellulosa. L’azienda indiana Prasadam è andata oltre, progettando filtri biodegradabili contenenti semi che, una volta messi a terra, sono in grado di germogliare.

Pannelli solari notturni. Alla Stanford University i ricercatori sono riusciti a fabbricare celle fotovoltaiche che non necessitano di luce solare, ma sfruttano la differenza termica che si crea di notte tra il pannello e l’aria circostante. Nelle ore notturne infatti il pannello perde energia, diventando più freddo dell’atmosfera: un generatore termoelettrico produce corrente utilizzando questa differenza di temperatura. La potenza di tale corrente è di molto inferiore a quella che si ottiene da un normale pannello durante il giorno (nemmeno l’1%), ma è sufficiente per dispositivi a bassa potenza (per esempio un LED) e per ricaricare il cellulare. Intanto, in tutto il mondo è stato superato un terawatt di energia prodotta tramite fotovoltaico (livello che  potrebbe teoricamente soddisfare la domanda di quasi tutta Europa).

Lotta alle estinzioni. In India alcuni progetti per ridurre il bracconaggio e favorire la riproduzione del rinoceronte hanno permesso il ripopolamento di questo animale, che da soli 100 esemplari del secolo scorso è passato a più di 4000, emergendo definitivamente dal rischio estinzione. Le politiche ambientali varate dal governo australiano stanno finalmente dando i loro frutti: i coralli tornano a ripopolare la Barriera Corallina, che raggiunge altezze record dopo 36 anni. Questo avrà anche ripercussioni positive su tutta l’ecologia marina. In Antartide, nel frattempo, è stata registrata la presenza di 150 balenottere comuni, anch’esse a rischio estinzione, così come le megattere in tutto il mondo; mentre in California è stato registrato il passaggio di una specie protetta di farfalle (Danaus plexippus o Monarca) dalle 2000 unità del 2020 alle 250000.

Pensiline verdi. Una società inglese, la Wildlife Trusts, ha varato il progetto “Bee Bus Stop”: fermate dell’autobus con tetti ricoperti di piante e fiori che attirano gli insetti impollinatori. Non è soltanto una bella iniziativa ecologica per ripopolare la città di varie specie di insetti, ma è anche una modalità di rinverdimento urbano e di contrasto al degrado, che favorisce il benessere della cittadinanza.

Cavalcavia verdi. In tutto il mondo stanno nascendo opere dedicate all’attraversamento sicuro delle grandi arterie stradali da parte degli animali selvatici. Il più grande è in costruzione in California, su un’autostrada a dieci corsie.

Amazzonia. La vittoria alle presidenziali di Lula da Silva è per tutti una ventata d’aria fresca dopo che Bolsonaro aveva interrotto le operazioni del Fondo Amazzonia, che coordina finanziariamente la protezione del Polmone Verde.

Le sequoie californiane. Più di 200 ettari delle famose foreste di sequoia californiana sono state restituite alle tribù dei nativi americani dalla Lega per la Salvaguardia della Foresta, un’organizzazione che li ha acquistati nel 2020 dal governo americano.

Great Blue Wall. È il nome del sodalizio creato fra dieci Paesi che si affacciano sull’Oceano Indiano per la protezione dell’ecosistema marino e la lotta all’inquinamento.

Un’azienda al servizio dell’ambiente. L’arrampicatore statunitense Yvon Chouinard, fondatore dapprima di un’azienda di chiodi per arrampicata (che successivamente riconvertì in dadi di alluminio per proteggere le rocce dalla distruzione), poi di un colosso di abbigliamento sportivo, ha deciso quest’anno di destinare tutti i ricavi di quest’ultimo alla lotta al riscaldamento climatico.

Pinne di squalo. In molti Paesi del mondo si è verificata una raccolta firme e successivamente il voto contro la pratica del Finning, cioè il commercio di pinne di squalo rimosse da animali ancora vivi. Non si è ancora giunti a un divieto assoluto, ma la regolamentazione della pratica e l’inserimento di molte specie nella lista di quelle protette è un passo avanti enorme se si pensa ai forti interessi politici ed economici dietro a tale commercio.

Ricostruire. In Burundi, gli ex rivali di una sanguinosa guerra civile che ha anche distrutto la quasi totalità delle foreste sta lavorando fianco a fianco per la piantumazione di alberi (nel 2022 ne sono stati piantati 150 milioni). Un grande passo sia per l’ambiente sia per l’armonia dei popoli.

Parco eolico. Nel Regno Unito è stata appena approvata la costruzione di una struttura galleggiante al largo delle sue coste, che ospiterà diverse pale eoliche sufficienti a generare energia per quasi un milione di abitazioni.

Salute

Uno screening sanguigno per il cancro. Il test Galleri, implementato fra il 2021 e il 2022, è un test genetico in grado di individuare, con un solo prelievo sanguigno, l’eventuale traccia di almeno 50 tipi di cellule tumorali. Questo test permetterà una diagnosi super precoce di alcuni tumori (soprattutto negli ultracinquantenni, a cui è dedicato) anche in assenza di sintomi, e quindi un trattamento tempestivo e quasi certamente risolutivo.

Il farmaco che rallenta l’Alzheimer. Quest’anno un farmaco sperimentale, il Lecanemab, ha superato una delle ultime fasi del suo trial clinico ed è pronto a entrare in commercio nei prossimi anni Si tratta di un anticorpo monoclonale che non guarisce dall’Alzheimer e non è retroattivo, nel senso che non cancella i progressi già fatti dalla malattia; ma si limita a ridurre il declino cognitivo prevenendo la formazione delle placche cerebrali che promuovono il decadimento. Pare che diminuisca la perdita della memoria del 27% in meno di due anni, che può sembrare poco, ma è tanto quando si parla di questa patologia invalidante.

Congedo mestruale. Già presente in VietNam, Corea del Sud, Cina, Taiwan e Giappone (in quest’ultimo Paese addirittura dal 1947!), verrà introdotto anche dalla Spagna, primo Paese in Europa. Si tratta di un permesso retribuito di tre giorni (5 in caso di dismenorrea: chi l’ha sperimentata sa che si tratta di un dolore invalidante che si accompagna a numerosi altri disturbi come nausea, vomito, cefalea, vertigini e spossatezza). Il provvedimento comprende anche costi più bassi per tutti i prodotti per l’igiene intima (detergenti, assorbenti, coppette ecc.) e la distribuzione gratuita nelle scuole degli assorbenti. In Italia esiste una proposta di legge simile che però è ferma da parecchi anni, ma l’esempio della Spagna potrebbe accelerare i tempi. In Scozia per esempio i prodotti per le mestruazioni sono stati resi gratuiti in tutti i luoghi pubblici.

Guarigioni dall’HIV. Chi contrae questo virus, al giorno d’oggi, è più fortunato di chi è vissuto tra gli anni Ottanta e Novanta. Le terapie consentono di convivere con il virus fino alla vecchiaia (con la dovuta prudenza). Ma iniziano anche a verificarsi rari casi di completa guarigione, cioè di scomparsa del virus dal sangue. Il quarto caso si è verificato proprio quest’anno, e riguarda un sessantenne americano che addirittura aveva contratto l’HIV negli anni Ottanta e che, a seguito di trapianto di midollo per una leucemia, ha avuto la fortuna di ricevere l’organo da un donatore refrattario al virus. Si tratta comunque di un caso fortuito, che non può risolvere del tutto il problema. Ma il fatto che da una decina di anni si siano verificate queste quattro guarigioni (la prima nel 2011 in Germania) apre la porta a una sempre più accurata ricerca sulla malattia.

Sangue coltivato per gruppi sanguigni rari. In Inghilterra è stata compiuta la prima sperimentazione con sangue creato in laboratorio a partire da cellule staminali. Ai volontari, portatori di gruppi sanguigni rari e quindi in potenziale difficoltà di reperire donatori al bisogno, sono state infuse piccole quantità di tale sangue (in modo prudente, per evitare il rigetto). È un processo molto costoso e da eseguire con attenzione, ma potrebbe rappresentare una svolta soprattutto per i malati di anemia falciforme che faticano a trovare sangue adatto a loro per le trasfusioni.

L’odore del Parkinson. Un’infermiera scozzese iniziò anni fa a percepire uno strano odore muschiato proveniente da suo marito. Nessuna doccia lo cancellava. Anni dopo gli venne diagnosticato il morbo di Parkinson. L’infermiera percepiva lo stesso odore nei pazienti parkinsoniani dell’ospedale in cui lavorava e presentò il suo caso a un gruppo di ricercatori di Edimburgo, che la sottoposero a rigorosi test “in cieco” (annusare magliette di un gruppo di pazienti e di un gruppo controllo) per escludere eventuali condizionamenti: non solo individuò tutto il gruppo dei pazienti, ma anche una persona del gruppo controllo che ricevette diagnosi di Parkinson pochi mesi dopo. Si scoprì che tale odore derivava da un’alterazione del sebo, che solo un naso sopraffino come quello della nostra infermiera poteva percepire. Quest’anno è stato quindi sviluppato un test per la diagnosi precoce, tramite un tampone che si fa scorrere in una zona del collo ricca di sebo. Prima si diagnostica la malattia, migliore sarà il suo decorso.

La psichiatria psichedelica. Negli ultimi anni, e specialmente quello che sta per chiudere i battenti, la ricerca psichiatrica si è concentrata su sostanze da molto tempo demonizzate e poco conosciute, ma dalle grandi potenzialità, come la psilocibina estratta dai funghi allucinogeni, i vari componenti della cannabis e tante altre. La ricerca mira a sondare gli effetti benefici di queste molecole a livello cerebrale rendendole più sicure e allontanandole dall’ambito degli stupefacenti.

Aspettativa di vita in Africa. Quest’anno un rapporto dell’OMS ha rilevato un aumento di dieci anni nell’aspettativa di vita degli africani. Da 46 a 56, non un traguardo definitivo ma un buon progresso, dovuto al miglioramento delle condizioni sanitarie e della salute nell’infanzia.

 Psicologia

Casse dedicate agli anziani. La solitudine nella terza età è abbastanza diffusa in Europa (in Olanda, un sondaggio ha rilevato che circa il 30% degli anziani si sente solo con le conseguenze che ben conosciamo: senso di abbandono, emarginazione, straniamento, depressione). Una catena di supermercati olandesi, la Jumbo, nell’ambito del progetto “Uno contro la solitudine” istituito dal governo, ha ideato la KletsKassa, una cassa “lenta” dove si può chiacchierare con il personale e gli altri clienti senza paura che qualcuno si arrabbi perché va di fretta. L’iniziativa era già stata sperimentata con successo in Francia e Regno Unito, e ci si augura che si diffonda a macchia d’olio in tutta Europa.

Programma di prescrizione naturalistica. Si chiama ParX, ed è entrato in vigore in Canada dopo una promettente sperimentazione in Inghilterra e Giappone: i medici possono ora prescrivere, per problemi di salute (fisici, ma soprattutto psicologici), abbonamenti annuali gratuiti per soggiorni o passeggiate in parchi, riserve naturalistiche (anche marine), siti archeologici. Il contatto con la natura ha diversi impatti benefici sulla salute (vedi Il verde urbano: effetti sulla psiche), e inoltre sensibilizza la persona, promuovendo la cultura della protezione del verde.

Biglietti calmanti. In Germania, dal 13 al 17 dicembre, la metropolitana berlinese ha messo a punto una strategia di marketing interessante: biglietti intrisi di olio CBD (noto per le proprietà rilassanti) che si possono masticare dopo l’uso, per combattere lo stress dei pendolari in un periodo tra confusione natalizia e Covid.

Tecnologia

Collisioni cosmiche. La NASA ha completato con successo un esperimento nell’ambito del programma di protezione del pianeta da potenziali collisioni con corpi celesti. Un dispositivo è stato fatto collidere contro un asteroide per verificare se è possibile un cambio di traiettoria tramite questo metodo.

L’UE ha finalmente approvato un progetto per uniformare i caricatori USB per tutti i dispositivi (cellulari, rasoi e spazzolini elettrici, aspiratori, lampade, ecc.).

Treni a basso costo. In Europa sempre più compagnie ferroviarie offrono servizi a costi calmierati. Quest’anno è stato il turno della spagnola Iryo, che si promette anche un obiettivo ambizioso: rendere il treno più appetibile dell’aereo.

Economia, lavoro e società

Giù le armi. Il 21 maggio di quest’anno a Sacramento, in California, la polizia ha organizzato l’evento “Guns for Gas”: armi in cambio di buoni benzina. I cittadini potevano consegnare le loro armi anche illegali (ovviamente scariche e conservate al sicuro) in forma anonima, senza domande, identificazioni, insinuazioni ecc. L’evento era stato programmato per durare cinque ore… Invece, in tre quarti d’ora, i promotori hanno esaurito tutti i buoni benzina ricevendo ben 134 armi, comprese quelle dette “fantasma” (cioè assemblate in casa, senza numero di serie e quindi irrintracciabili). Alcuni esponenti delle forze dell’ordine auspicano di poter organizzare ulteriori eventi per ridurre la criminalità e le morti da armi da fuoco (anche accidentali) il cui bilancio negli USA è davvero pesante.

Rimozione di vecchie norme discriminanti. Ci credereste? Nello stesso Canada considerato all’avanguardia in vari settori e che prescrive passeggiate naturalistiche ai pazienti, era ancora in vigore un vecchio divieto risalente al 1992 (l’anno dello scandalo delle donazioni infette): agli omosessuali era interdetta la donazione di sangue in caso di rapporti entro i tre mesi precedenti. I donatori non dovranno quindi più esplicitare il proprio orientamento sessuale, ma astenersi dalla donazione in caso di rapporti a rischio entro i 6 mesi precedenti (come in Italia, dove tale divieto per gli omosessuali è stato rimosso nel 2001). Inoltre, è stata finalmente resa illegale la pratica delle conversioni, cioè di qualsiasi servizio e terapia che promette di modificare l’orientamento sessuale. Intanto a Tokyo è stato formalizzato il riconoscimento delle coppie dello stesso sesso (anche se non hanno ancora tutti i diritti di un matrimonio etero).

Prima moneta “di colore”. Maya Angelou, scrittrice, poetessa, attrice e ballerina americana, deceduta nel 2014, è da quest’anno la prima donna di colore negli Stati Uniti la cui effige figura su una moneta.

La Finlandia ha reso le multe per effrazioni stradali proporzionali al reddito: tramite adeguata documentazione chi guadagna poco pagherà di meno.

Lavoro: la settimana “cortissima”. In vari Paesi, a partire dall’Islanda e dal Regno Unito (e anche in Italia), alcune aziende stanno sperimentando la settimana lavorativa di soli quattro giorni allo stesso stipendio. Questo si può ottenere o redistribuendo le ore in 4 giorni anziché 5 o 6, oppure riducendole direttamente. L’esperimento ha dato in genere esito positivo: più efficienza, produttività e velocità del lavoro, maggiore benessere ed equilibrio fra lavoro e vita privata, riduzione del consumo energetico e dell’inquinamento, più assunzioni nelle attività aperte 7 giorni su 7. Questo ha portato molte aziende ad adottare, nel 2022, la settimana-quattro. Ovviamente non vanno ignorate le criticità di questa scelta: maggiori costi per chi è costretto ad assumere altro personale, rischio di sovraccarico lavorativo se non si ottimizza la mole di lavoro in meno ore, a volte lamentele dei clienti che richiedono maggiore reperibilità.

In Olanda, il parlamento ha legalizzato il diritto allo smart working per chi lo preferisce al lavoro in presenza.

Ottimizzare. Cresce l’attenzione agli sprechi alimentari, e con essa l’attività di associazioni che si occupano di recuperare l’invenduto ancora buono nell’ambito della ristorazione, della GDO e delle aziende produttrici, come Last Minute Market, che proprio quest’anno è entrata a far parte della Piattaforma Europea sulle Perdite e gli Sprechi alimentari, che si occupa di ottimizzare la filiera alimentare riducendo gli sprechi o trasformandoli in risorse per chi ne ha bisogno (mense caritatevoli, associazioni di volontariato, centri per senzatetto ecc.). In California, addirittura, quest’anno è stata varata una legge che impone alle catene alimentari di non buttare gli avanzi o gli invenduti ancora commestibili, per donarli a chi ne ha bisogno. Auspichiamo che anche in Italia il recupero dei generi alimentari diventi affare di Stato, e non resti soltanto a carico delle associazioni!

Animali da compagnia

In Svizzera, nel 2022 è diventato illegale adottare un solo porcellino d’India: sono animaletti sensibili alla solitudine e vanno quindi adottati almeno in coppia. Uno studio inglese, intanto, ha rilevato un leggero aumento della frequenza cardiaca nei cani a cui viene fatta una dichiarazione d’affetto (“ti voglio bene”, “ti amo”, “ti adoro” ecc.). Ovviamente i cani non comprendono le parole, ma percepiscono il tono della voce e il messaggio d’amore trasmesso dal proprio compagno umano.

Anche i topi possono essere, per qualcuno, degli ottimi animali da compagnia. Ma la loro intelligenza li rende adatti per essere addestrati, un po’ come i cani. In Cambogia per esempio il loro olfatto sopraffino viene già da tempo sfruttato per individuare le mine antiuomo, in cambio di premi. In Tanzania è appena partito un progetto di addestramento di ratti locali per andare alla ricerca di sopravvissuti sotto le macerie dei terremoti. Essendo più piccoli dei cani, possono penetrare fra un detrito e l’altro e andare più in profondità. Inoltre possono recare con sé dei piccoli microfoni per comunicare con la vittima. La comportamentalista animale scozzese che si occupa del progetto è rimasta stupefatta dall’intelligenza di questi animaletti, che porta perfino in spalla.

Dagli Stati Uniti è partita e si sta diffondendo timidamente in altri Paesi un’iniziativa volta a facilitare l’ingresso in casa di un animale domestico: un congedo di qualche giorno o settimana per permettere ai neo-possessori di cani e gatti di occuparsi dell’ambientamento del nuovo arrivato o di accudire dei cuccioli. Entrambe le situazioni sono infatti foriere di stress e richiedono la massima presenza da parte dei compagni umani che però devono fare i conti con il lavoro. Per ora l’iniziativa è a carico delle aziende, ma chissà che in un futuro non possa divenire una proposta governativa.

Arte e cultura

Debutto a 90 anni. A 95 anni Angela Alvarez, cantante cubana, ha vinto l’edizione dei Latin Grammy Awards del 2022, dedicata alla musica latina. Angela fin da piccola era una creatura musicale; a 14 anni iniziò a comporre canzoni che però rimasero nel cassetto per via della mentalità dell’epoca, che voleva la donna esclusivamente dedita alla famiglia. Le sue canzoni parlavano d’amore, ma anche delle tragedie politico-economiche dei suoi anni. A 90 anni il nipote, compositore, scoprì il suo talento e  la condusse a Los Angeles per incidere un album: finalmente le sue canzoni impolverate hanno preso vita.

Incentivare la cultura. Anche la Germania, come la Francia e l’Italia che hanno varato progetti di aiuto agli operatori della cultura dopo la pandemia, sta lavorando per incentivare il comparto. Chi compie 18 anni ha diritto a un buono di duecento euro spendibile in concerti e spettacoli teatrali.

Fonti:

Keblog.it

msn.com

Lascia un commento